Titolo della mostra: "Italian Light - Luce Italiana"

    Luogo: da definire
    Periodo: da definire

    Caratteristiche: La mostra occupa una superfice variabile tra i 200 e i 400 mq.
    Consiste in 50 lampade da tavolo, da terra e da parete di produzione italiana, disegnate dai piu' famosi designer e architetti italiani, realizzate dalle piu' note industrie del settore; rare, in perfetto stato di conservazione ma rigorosamente fuori produzione. Le lampade devono essere presentate illuminate in uno spazio espositivo oscurato per valorizzare al massimo il disegno e le caratteteristiche illuminotecniche. La mostra puo' essere anche organizzata privilegiando un materiale particolare (plastica, vetro), un periodo particolare (gli anni '60, ad esempio) o un designer specifico (Achille Castiglioni, es.) oppure puo' essere aumentato il numero dei pezzi esposti fino a 100 (rivedendo il fee).

    Finalita': La mostra ha come scopo quello di valorizzare e di far conoscere nel mondo le origini e la storia del design italiano nel settore dell'illuminazione domestica, che risalgono alla grande creativita' del dopoguerra e all'ingegno di modesti artigiani, per arrivare agli anni '60, al boom economico e all'industrializzazione della produzione, fino alla fase piu' moderna e vicina alla attuale produzione, degli anni '70 e '80.

    1. Dal 1950 al 1958.
    Alcune aziende illuminate iniziano l'avventura del design italiano nel settore dell'illuminazione. La selezione si concentra su alcuni progetti di Gino Sarfatti per Arteluce.

    2. Dal 1959 al 1965.
    Alla maturita' del panorama industriale del settore corrisponde la piena affermazione del design 'classico' italiano. In questo senso sono state selezionati progetti di Castiglioni, Colombo, Munari, Zanuso, ecc.

    3. Dal 1966 al 1973.
    Massima espansione economica significa anche complessita' e crisi riflessiva: il panorama diventa teoricamente differenziato. Anche le strategie produzione si differenziano: saranno infatti piccole avventure produttive che permetteranno di produrre progetti relativi all'area radicale o all'arte programmata. Questa e' quindi la sezione numericamente piu' ampia in quanto si e' cercato di rappresentare la complessita' del periodo in esame.

    4. Dal 1975 al 1980.
    Dopo un breve periodo di stasi, verso la fine degli anni settanta, matura la svolta teorica del 'Nuovo Design Italiano'. Dal punto di vista produttivo emerge il ruolo di Alchimia e Memphis.

    La selezione, numericamente piu' limitata, cerca di testimoniare l'emergere di tale svolta.

    Organizzazione: Studio Archeo900 - Mostre ed Eventi Culturali (Arch. Alberto Squarcia)
                            Corso Porta Mare, 8/b, Ferrara 44100, Italy
                            Fax/Tel +39.0532.208658 - Mob +39.335.1363928 - E-mail: archeoxx@tin.it
    Cura mostre ed eventi culturali, in particolare sul design italiano, cinema e moda del XX sec, in Italia e in tutto il mondo.

    Collezionista: Paolo Cortopassi - Italy, Lucca.
    Il Sig. Cortopassi svolge la sua attivita' di ricerca sul design italiano dal 1990 specializzandosi in alcuni particolari settori quali quello dell'illuminazione. Negli anni, ha realizzato una importante collezione composta di pezzi rari e fuori produzione.

    Catalogo: 130 pag. a colori. Euro 24,00 cad. Edito da Alinea editrice, Firenze.

    CD - Rom: CD con fotografie delle lampade esposte, didascalie e breve storia della collezione in italiano e in inglese.

    Eventi collaterali: Conferenze sulla storia del design dell'illuminazione domestica made in Italy, dagli anni '50 agli anni '80, con proiezione di diapositive didattiche, possono essere concordate e organizzate per l'occasione, con la presenza di importanti designer italiani.

    Contattando lo Studio Archeo900 alla e-mail archeoxx@tin.it verra' fornita la scheda tecnica completa di costi di nolo, valori assicurativi e condizioni generali.


             Italian Light Exhibition  >>> Clicca per leggere l'ELENCO delle lampade esposte.